Stampa

Don Bosco la forza di un sorriso

laforzadiunsorriso
 
 domenica 24 novembre 2013 > ore 18.00
Palestra del Patronato Salesiano Leone XIII
ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili

 

con Gianpiero Perone

(Zelig, Quelli che il calcio, Colorado Café)
Marco Anzovino

.

 Testo Teatrale:

Gianpiero Perone, Marco Anzovino,

Toni Mazzara e Dado Tedeschi.

 Canzoni e musiche:

Marco Anzovino, Gianpiero Perone

con la collaborazione speciale di Remo Anzovino.

 

 

 
É ancora possibile, dopo quasi duecento anni dalla sua nascita, parlare di Don Bosco in maniera moderna e accattivante, usando un linguaggio adatto ad un adolescente del 2013? Questa è la sfida che hanno deciso di accettare il cantautore pordenonese Marco Anzovino e il comico torinese di Colorado Gianpiero Perone.

          Lo spettacolo che portano in scena, Don Bosco la forza di un sorriso, si concentra, come dice il titolo, su un aspetto specifico della personalità di Don Bosco, il suo sorriso. La sua grande positività e il suo ottimismo visionario che gli permisero, in tempi non facili, di realizzare un importante progetto rivolto a tutti i giovani e, in particolare,  a coloro che avevano più bisogno di aiuto: i dimenticati, gli esclusi, gli ultimi. 

          Grazie a un percorso composto da musica, parole e video, i due artisti cercano di guidare il pubblico attraverso un viaggio nella personalità del santo, cercando di sottolineare, a volte anche in maniera ironica, la grandezza della sua opera.

          Si passa da un’introduzione talkin’- blues che delinea i contorni del protagonista,  ad una canzone scritta basandosi su aforismi e concetti da lui stesso espressi. Si procede poi attraverso una specie di biografia comica per punti, in cui si ripercorrono alcune tappe storiche di tutti i frequentatori di parrocchie: dall’arrivo in oratorio alla prima partita a calciobalilla. Segue un percorso fotografico, sempre dai toni brillanti, che illustra i vari tipi di sorriso esistenti e poi, attraverso la musica, si scivola verso la parte finale dello spettacolo in cui, basandosi su di una storia vera, una storia di periferia, si cerca di capire quanto ancora oggi sia attuale il messaggio che Don Bosco ci ha lasciato.

          La capacità di realizzare attraverso la forza di un sorriso, l’energia visionaria e una grande fede anche l’irrealizzabile, l’utopia. “Solo così”, sono le parole conclusive, “un giorno potremo vedere anche un pesce che vola.” E proprio di questa utopia possibile, parla la canzone che chiude lo spettacolo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Tel. (+39) 041 5230796  (nuovo)    -  Fax (+39) 041 5227277   - P.I. 00631150273

Email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.